Come personalizzare una casa nuova prima della consegna

comprare_nuova_casa

Acquistare una casa nuova

Due importanti vantaggi portano spesso a preferire l’acquisto di una casa nuova direttamente dal costruttore, rispetto alle abitazioni già pronte: la qualità del costruito e il mantenimento del valore nel tempo. Ma non sono gli unici buoni motivi per comprare una casa in cantiere: nelle scelte d’acquisto di chi compra un immobile di qualità è sempre più determinante la possibilità di personalizzare ogni metro dell’ambiente abitativo.

Acquisto casa da costruttore: un servizio tutto incluso

Residenza del Futuro prende per mano il cliente in tutta la fase di pre-vendita, mettendo a disposizione una architetti e designer: solo così sarà possibile rendere la propria casa nuova davvero unica, come quella sempre sognata.

Scegliere in prima persona la divisione ottimale degli ambienti è una possibilità molto rilevante, soprattutto quando il potenziale acquirente è una famiglia che ha bisogno dello spazio vitale per le camerette dei bambini, senza dover sacrificare il resto dell’abitazione. 

Dopo aver sistemato la pianta dell’appartamento, sarà possibile occuparsi delle finiture. E non ci saranno sorprese per il portafogli, perché questo servizio è incluso nel prezzo di acquisto dell’immobile finito, nel rispetto dei tempi di consegna.

casa_nuova
interni

Personalizzare casa nuova: la scelta delle finiture

Dalla domotica ai rivestimenti, legni o ceramiche, nonché la scelta degli infissi e la quantità e disposizione dei punti luce: le finiture di una casa possono fare la differenza, trasformandola in un ambiente allo stato dellarte della tecnologia e della qualità abitativa.

In genere, le variazioni “extra-capitolato” (ovvero scelte diverse rispetto a quanto già previsto dal costruttore) più frequenti nelle case nuove, prima della consegna, riguardano una diversa posa in opera del pavimento, l’estetica dei sanitari, le aperture degli infissi o l’eventuale aggiunta di porte a scrigno o scomparsa.

Vale la pena notare che i capitolari di molti costruttori possono apparire a una prima occhiata molto vantaggiosi dal punto di vista economico. In realtà, essendo estremamente limitati, celano costi nascosti, richiedendo esborsi anche ingenti nel caso di aggiunti di elementi per personalizzare la casa, o ancora relativi agli allacciamenti, che possono risultare in un aumento anche del 10% del costo dell’appartamento. Il capitolato di Residenza del Futuro offre invece un ricco ventaglio di opzioni, come parquet a listoni e gres anche di grandi dimensioni, e soprattutto garantisce trasparenza assoluta.

Capitolato di qualità, garanzie e pagamenti flessibili

Il vantaggio dell’acquisto di un’abitazione da Residenza del Futuro è sintetizzabile con una parola: sicurezza. Il concetto coinvolge ambiti differenti come quello degli impianti (riscaldamento, elettrico e così via), che vengono forniti di regolari garanzie e certificazioni individuali, a riprova della loro qualità. Inoltre è la stessa solidità della struttura a essere garantita con una polizza postuma, grazie alla quale per dieci anni dalla consegna è protetta per tutti i danni all’opera.

Ma la sicurezza si riscontra anche dal punto di vista economico. Il contratto preliminare viene registrato e prevede una polizza fideiussoria che garantisce ogni somma versata fino al rogito; Residenza del Futuro richiede inoltre solo un minimo anticipo e modalità di pagamento per tutte le esigenze, con possibilità di rateizzazioni personalizzate. La partnership con Gruppocasa prevede, oltre alla vendita diretta, l’opzione della permuta indiretta dell’immobile dell’acquirente con l’appartamento desiderato.  

credito

Rivolgersi direttamente al costruttore per la vendita assicura l’annullamento di tutti quegli onerosi emolumenti di intermediazione e le commissioni tipiche della vendita tramite agenzia; a ciò si aggiunga che nel prezzo pattuito saranno già compresi i costi di certificazione energetica e allacciamento degli impianti, così come quelli di accatastamento.
Da non sottovalutare neanche l’ipotesi della richiesta di un mutuo fondiario (possibile solo per la prima casa, attenzione), che garantisce il versamento della somma richiesta in un’unica soluzione, a bassi tassi di interesse, con detrazioni fiscali e senza spese notarili. L’ipoteca non dovrà superare l’80% del valore dell’immobile e per sua specifica natura di mutuo di medio-lungo periodo si dipanerà lungo un periodo che va da 1 fino a un massimo di 30 anni.

feat7slow_life_feat